n.7 Supplemento - Ottobre 2012

Questo numero contiene i seguenti contributi:

Graziella Tonfoni

Parte 1 - Nuove competenze per il lettore post-europeo: selezioni scientifiche e adattamenti letterari in bilico fra composizionalità discontinue e leggibilità piatte

 Sommario

Introduzione

 1. Dalla interdisciplinarietà scientifica alla interdidattica debole

2. Selezione di saggi classici, archeologia di reperti poetici, e storicizzazione della didattica per la promozione di un ragionamento proiettivo corretto

3. Sistemi economici complessi: raccolta differenziata di modelli partecipativi aperti

4. Rilecturae Romanae: selezioni saggistiche e saldi sinestetici da antichi racconti

5. Recentiora: estrapolazioni dal passato morfologico per un distacco lessicale definitivo

6. Compositio Brevis, Complicatio Lata, Oratio Orbis: fenomenologia della mutazione cognitiva in era postdigitale

7. Conguaglio antropologico: il ripianamento del debito neurodegenerativo pubblico attraverso la ricompattazione di indici lirici trasformazionali

8. Periodizzazioni biblio-deittiche: dall’epoca tonda, attraversando l’epoca quadra, per inaugurare l’epoca graffa

9. La proclamazione del superamento unilaterale di un post-europeismo in affitto ideologico

Conclusioni

Parte 2 - Economia saggistica: la stabilizzazione bibliografica di pacchetti testuali coerentemente informativi

Sommario

Premessa

1. Ratificare un credito filologico costante diversificando gli attuali investimenti di tempo

2. Il fattore tempo nella concezione e composizione dell’economia saggistica: la dimensione dell’altrove costante nella definizione delle fasce e delle coordinate orarie

3. Procedure redazionali anti-spread per fermare definitivamente le speculazioni pseudo-editoriali

4. La ricapitalizzazione delle sole stringhe effettivamente utili a completare positivamente il dossier 2012, per la conclusione positiva di un euro-anno cruciale

5. Euroforia momentanea: dalla euroabitabilità volatile alla riorganizzazione di euroabitudini consolidate e sicure

6. Spending review editoriale vs tweet spread journal redazionale: considerazioni letterarie

per un “altrove” proiettivo di valore poetico coerente e coesivo

7. Lo spread filosofico come valore aggiunto di certificazione storica euro-esistenziale

8. Dal Patchwork antropologico a stile variegato alla formattazione comunitaria omonima di Commutative Package Procedures-Transformational Reprint Schemata

9. Modulistica europea e nuovi criteri di progettazione di recensioni tecnicamente fondate

10. Interpretive trimming vs textual cuts: le nuove dimensioni della ecdotica di un altrove post-globale

11. Diapositive testuali per la rappresentabilità ecdotica di memorie di percorsi di rilettura: schede in sequenze diversamente allineabili

Conclusioni